news

HOME > NEWS

12
24/04/2013   12  Secondaria 1° grado - Approfondimenti   10  Secondaria 1° grado  

La dimensione sociale del web 2.0

01/01/2012 (FACOLTATIVA)

Le nuove tecnologie racchiudono una forte componente di socialità; strumenti come gli smartphone, i tablet e le console e gli ambienti del web 2.0 con tutti i loro applicativi sono inscritti in una dimensione fortemente sociale che è imprescindibile da ogni uso e consumo degli stessi soprattutto quando i prosumer1 in questione sono i giovani.

Innanzitutto gli ambienti digitali sono caratterizzati da un clima di informalità che favorisce il coinvolgimento dei ragazzi che, con estrema naturalezza, instaurano o ridisegnano le proprie relazioni all’interno di essi e creano occasioni per interagire con gli altri mettendo in gioco la propria personalità, i propri pensieri e saperi, la propria soggettività.

La logica del web 2.0 prevede, come è noto, un forte stimolo all’autorialità, alla creazione di contenuti di diversa natura e forma (da quelli testuali dei blog a quelli visuali e simbolici postati su Youtube e nelle gallery fotografiche).

Il passo successivo è quello della condivisione e della co-costruzione in quanto ogni contenuto postato in rete è messo a disposizione degli utenti che possono “taggare”, commentare, apprezzare (o sdegnare) attraverso votazioni e pollici in alto o in basso, diffondere e condividere con le proprie cerchie di relazioni attraverso i social network.

Anche a livello didattico questa dimensione sociale non va sottovalutata perché non siamo più di fronte solo alla possibilità di «tecnologie della distanza, in virtù delle quali collaborare con soggetti lontani nello spazio, ma tecnologie di gruppo grazie alle quali abilitare al meglio i processi di costruzione collaborativa della conoscenza che avvengono dentro la classe»2.

Grazie alle nuove tecnologie la dimensione gruppale della classe si potenzia e trova nuovi spazi di espressione, la generazione di nuova conoscenza avviene attraverso la co-costruzione e la negoziazione dei significati e viene messa in atto una sorta di osmosi naturale di saperi e competenze che circolano, si arricchiscono grazie ai contributi personali e vengono condivisi da tutti, rafforzandosi proprio grazie a questa condivisione.

Si tratta fondamentalmente della capacità di stimolare e potenziare l’apprendimento sociale, o socializzato3, secondo il quale il ragazzo che apprende diviene un soggetto attivo, coinvolto, responsabile e capace di elaborare attivamente le informazioni e di condividerle attraverso il confronto con il gruppo al quale appartiene e con il quale condivide obiettivi di apprendimento comuni. Gli ambienti digitali non sono centralizzati e gerarchici bensì decentrati, personali e connessi; una didattica basata su di essi è quindi una didattica che riconosce la centralità del soggetto che apprende e non solo come soggetto singolo, ma anche e soprattutto come parte di un gruppo, di una comunità di apprendimento e di pratica.

Pensiamo, ad esempio, a come la dimensione di gruppo accresca il proprio valore e rafforzi il proprio ruolo nel momento in cui vi è un prolungamento di esso nella rete: dal gruppo in presenza al gruppo on line, dalla classe fisica alla classe virtuale.

Il web offre uno spazio ulteriore, che va oltre i confini scolastici reali, in cui gli stessi soggetti che condividono l’aula ogni mattina possono ritrovarsi per approfondire insieme i contenuti delle lezioni appena affrontate, costruirne di nuovi, mettere a disposizione del gruppo le proprie competenze ma anche chiedere aiuto e ricevere sostengo. Un sostegno che non viene dall’alto ma dal basso, dal gruppo dei pari, studenti che mirano a raggiungere i medesimi obiettivi e hanno la possibilità di aiutarsi e collaborare per farlo.

Elena Valdameri


***

1 - Il termine prosumer deriva dalla crasi delle parole producer e consumer (produttore e consumatore) e viene utilizzato per riferirsi a coloro che hanno il doppio ruolo di fruitori e creatori di informazioni


2 - P.C. Rivoltella, Simona Ferrari (a cura di), A scuola con i media digitali. Problemi, didattiche, strumenti, Vita e Pensiero, Milano 2010, p.91.

3 - Punto fondamentale della teoria di Vygotskij secondo il quale l’apprendimento significativo viene generato dall’elaborazione attiva delle informazioni che giungono al soggetto, dalla comprensione, confronto, valutazione e interazione di più fonti informative. Ed è meglio se il ragazzo non si trova da solo ad affrontare tale processo, ma è supportato da un gruppo al quale si sente di appartenere e sul quale può contare per essere aiutato a raggiungere obiettivi apprenditivi comuni.

***

La versione integrale del contributo è consutabile su SD 15, 15 giugno 2012, pp. 34-38, nell'ambito del dossier "Le nuove tecnologie nella scuola"






1

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.