HOME > RIVISTE > NEWS

Scuola Italiana Moderna

Scuola Italiana Moderna n.1 (set/2013)

4
text
Dossier: La progettazione annuale
Un inserto estraibile di 40 pagine tutto dedicato alla progettazione annuale, con il parere degli esperti sull’applicazione delle nuove Indicazioni per il curricolo e sulla didattica d’aula e le proposte di SIM per la nuova annata, classe per classe, materia per materia, distinte in obiettivi di apprendimento e contenuti.
Si ricomincia
di Antonio Augenti
Si rinnova ogni anno, dopo la parentesi delle vacanze estive, il sentimento di fiducia nelle istituzioni destinate ad accompagnare i processi d’istruzione e di formazione dei bambini e dei giovani. Probabilmente, a causa degli eventi che stanno segnando negativamente la vita individuale e sociale in quasi tutti i Paesi, segni di stanchezza possono essere colti nei comportamenti collettivi, nella volontà di appartenenza e di partecipazione. Ma le aspettative non si piegano del tutto, si cerca di tenere su un’intelligenza costruttiva e un giudizio non demolitore delle consuetudini sociali.
Lo ius soli che fa discutere
di Sergio Govi
A una delegazione ministeriale in visita a fine maggio in una scuola primaria di una città del Nord Italia, l’insegnante presenta gli alunni della classe, una ventina, mettendo in evidenza la presenza di bambini di varie etnie. I Paesi di provenienza sono i più disparati: Marocco, Tunisia, Algeria, Nigeria, Romania, Polonia, Albania e Cina.
Quanti Italiani? Viene chiesto.
Tutti. Siamo tutti Italiani, è la risposta corale.
Perché quei ragazzi sono nati tutti in Italia.
Accogliere e riconoscere i BES
di Simone Consegnati, Anna Maria Forini, Teresa Natale
Il tema dei Bisogni Educativi Speciali, attualmente, si presenta come uno degli aspetti che, nel quadro della professionalità docente, apre nuove prospettive e riflessioni. Sicuramente, l’attenzione alle difficoltà di ogni alunno non è mai stata disattesa, nemmeno in passato, ma l’apertura verso una dimensione formativa più ampia ci permette di pensare in termini pedagogicamente e didatticamente significativi.
Potenziamento cognitivo? Chiediamo alla tecnologia!
Che cosa cambia se, invece di guardare gli strumenti compensativi come strumenti di facilitazione, li si guarda come strumenti di potenziamento? Far raggiungere, a chi ha difficoltà, molti obiettivi in autonomia, far nascere la sensazione di potersela cavare da soli, di sentirsi sicuri, di aver voglia di svolgere attività nuove e complesse da soli, soprattutto far assaporare che cosa significa non aver più paura di sbagliare… Che regalo per i bambini con disturbi specifici dell’apprendimento! Bene. Questo si chiama potenziamento cognitivo, ovvero educazione dei processi di pensiero stimolando e sviluppando le funzioni coinvolte.
62/zrivntext/13776911118274831987_scuola_italiana_moderna.jpg
sx
2

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati

Informativa sui Cookie*

A-Definizioni
La maggior parte dei siti utilizzano "cookie", vale a dire piccoli file di testo memorizzati sul dispositivo, che permettono di operare sul sito e di raccogliere informazioni riguardanti l'attività online.  Il testo all'interno di un cookie spesso prevede una stringa di numeri e lettere che identificano univocamente il computer dell'utente, ma possono anche contenere altre informazioni.
Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie.
L’articolo 5, paragrafo 3 della direttiva 2002/58/CE**, come modificato dalla direttiva 2009/136/CE, prevede l’esenzione dei cookie dall’obbligo del consenso informato se soddisfano uno dei criteri seguenti:
Criterio A: il cookie è utilizzato “al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica”.
Criterio B: il cookie è “strettamente necessari[o] al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio”.

I cookie sono spesso classificati in base alle loro caratteristiche:
1) “cookie di sessione” o “cookie persistenti”;
2) “cookie di terzi”.
Un “cookie di sessione” è un cookie che viene cancellato automaticamente alla chiusura del browser, mentre un “cookie persistente” è un cookie che rimane archiviato nell’apparecchiatura terminale dell’utente fino alla scadenza prestabilita (che può corrispondere a minuti, giorni o più anni nel futuro).
I siti La Scuola utilizzano cookies di terze parti legate al solo monitoraggio del traffico e cookie di sessione unicamente per i servizi erogati a docenti e studenti in relazione ai contenuti scolastici per consentire il riconoscimento degli accessi realmente autorizzati.
Per approfondimenti rimandiamo alla citata direttiva CE**.

B-Controlli del browser per bloccare o cancellare i cookie.
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookie, ma permette di modificare le impostazioni del browser per bloccare i cookie. 
Se si accettano i cookie, è possibile eliminarli successivamente.  Le istruzioni per eliminare i cookie in altri browser sono disponibili in ogni informativa sulla privacy del browser.
Se si cancellano i cookie, le impostazioni e preferenze da questi controllati, comprese le preferenze pubblicitarie, verranno cancellate e potrebbe essere necessario ricrearle.
Alcuni nuovi browser hanno poi introdotto la funzionalità DNT. Molte di queste funzionalità, se attivate, inviano un segnale o una preferenza ai siti Web visitati indicando che non si vuole essere tracciati.

C-Controlli per la cancellazione dai messaggi pubblicitari.
Dato che i cookie possono essere utilizzati per diversi motivi, gli utenti che non vogliono ricevere messaggi pubblicitari mirati a livello comportamentale possono scegliere di accettare i cookie, ma di annullarne un particolare utilizzo. Le società pubblicitarie online hanno sviluppato linee guida e programmi per facilitare la protezione della privacy degli utenti, in cui sono incluse pagine Web che possono essere visitate per rifiutare esplicitamente la ricezione di annunci pubblicitari mirati da tutte le società partecipanti. Queste pagine includono:

  1. Assistenza Consumatori Digital Advertising Alliance (DAA): http://www.aboutads.info/choices/
  2. Pagina di cancellazione Network Advertising Initiative (NAI):http://www.networkadvertising.org/managing/opt_out.asp
  3. In Europa, è anche possibile visitare Your Online Choices: http://www.youronlinechoices.com/

D-Controlli di analisi terze parti.
Come descritto di seguito in dettaglio, molti siti Web e servizi online di e altre compagnie, utilizzano servizi di analisi terze parti con cookie e Web beacon per compilare statistiche aggregate relative all'efficacia delle campagne promozionali o ad altre operazioni del sito Web.  È possibile rifiutare la raccolta o l'utilizzo dei dati da parte dei provider di analisi facendo clic sui seguenti collegamenti:

  1. Omniture (Adobe): http://www.d1.sc.omtrdc.net/optout.html
  2. Nielsen: http://www.nielsen-online.com/corp.jsp?section=leg_prs&nav=1#Optoutchoices
  3. Coremetrics: http://www.coremetrics.com/company/privacy.php#optout
  4. Visible Measures: http://corp.visiblemeasures.com/viewer-settings
  5. Google Analytics: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout (richiede l'installazione di un componente aggiuntivo del browser).

______________________
* Provvedimento del Garante per la Privacy dell’8 maggio 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 dello scorso 3 giugno http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

**vedi: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/article-29/documentation/opinion-recommendation/files/2012/wp194_it.pdf#h2-8).