Secondaria 1° grado - Approfondimenti

 

FOCUS - Scuola media (SS1) cinquant'anni dopo

1963: per la prima volta, la Repubblica si impegnava a rendere effettivo il diritto-dovere di tutti i preadolescenti italiani, dalle Alpi ella Sicilia, ad incontrare la scuola.

 

Religione: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Maggio


 

Oh, mia lingua, sì bella e perduta...

Che i nostri ragazzi stiano smarrendo “la bella lingua” pare essere un fatto.

 

Le nuove narrazioni

Il compito della scuola tra social media e istruzione formale

 

Educazione all'affettività: educazione alla vita

Dossier - Life Skills e autorealizzazione

 

La solitudine degli alunni nella scuola italiana

Qual è la questione cruciale che, in una sorta di eterno ritorno, si ripresenta all’inizio dell’anno scolastico 2014-15? Che esso disperde ogni anno circa 200 mila ragazzi, molti dei quali, perduti per sempre, vanno a gonfiare il fiume dei NEET.

 

La lezione partecipata

Lezione partecipata e circle time: metodologie e strumenti operativi per il docente

 

I knowledge worker

Uno sguardo alle differenze di compiti tra task worker knowledge worker evidenzia la necessità per la scuola di puntare su una formazione in grado di sostenere i futuri protagonisti della società della conoscenza.

 

Essere "colui che resta"

Chi si impegna può perdere, ma chi non si impegna ha già perso

 

Machiavelli. Sollecitazioni per la pedagogia e non solo

Note a margine a Italy in a Day

 

Progettazione, tempo, didattica

Educazione lenta, tempo scuola, tempo dell’apprendimento

 

Uno spazio per apprendere

Progettazione e apprendimento, progettare l’aula, usare altri spazi

 

Per una cultura alimentare sostenibile

Identità, educazione, relazione

 

Cinquant’anni di Bruner

Le cadenze anniversarie aiutano a cogliere alcuni passaggi storici. Questo è precisamente il caso delle traduzioni di due testi che, cinquant’anni or sono, tra il 1964 e il 1965, aprirono la via a nuovi assetti pedagogici e scolastici.

 

Il lavoro e la scuola

La struttura dell’occupazione

 

Outdoor education

Con Outdoor education (OE) a livello internazionale ci si riferisce a una vasta area di pratiche educative il cui comune denominatore è la valorizzazione dell’ambiente esterno nelle sue diverse configurazioni, assunto come ambiente educativo.

 

Frida Kahlo, nata per non morire

Una dettagliata analisi dell'opera di Frida Kahlo, considerata la più significativa esponente della pittura messicana, insieme a Diego Rivera; i suoi dipinti sono presentati in stretta correlazione agli episodi biografici che li hanno ispirati.

 

L'etica del commiato

Riflessioni di una docente alla fine della carriera

 

Il dirigente scolastico, manager non educativo

La figura dirigente che emerge [dall'attuale sistema di selezione per concorsi] è quella di manager pubblico di uomini e risorse, che può stare indifferentemente a capo di un ufficio postale, di una stazione ferroviaria, di una sezione dell’Inps, di una scuola, appunto.

 

La scuola felice

La scuola può essere pensata anche come un soggetto psichico, come una realtà provvista di un’anima e contrassegnata dal desiderio, come un contesto pervaso dal desiderio, come un luogo di desiderio.

 

Creo quindi sono o sono quindi creo?

Se la creatività deve agire in ragione e in nome dei limiti dell’essere umano, che cosa è l’essere umano? Qual è il tratto essenziale che ne specifica tanto le possibilità quanto le necessità? Quali i margini che ne segnano libertà e responsabilità?

 

Il lesson planning: ipotesi progettuali

La pianificazione della lezione rappresenta un’attività necessaria, ma anche una opportunità per il docente, poiché essa traccia il percorso da seguire e costituisce un momento di riflessione su tutte le variabili didattiche.

 

Bonhoeffer. 9 aprile 1945-2015. Il cristiano che sfidò Hitler

di Marco Roncalli

 

Musica: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Maggio


 

Storia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Maggio


 

Geografia: schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado: Maggio


 

Progettare il pensiero breve

Efficacia ed efficienza devono essere in equilibrio, altrimenti l’innovazione non passa a scuola, soprattutto nella scuola attuale. Uno strumento utile per lavorare su questo equilibrio e sui due fronti è lavorare sul pensiero breve. Tale strumento risulta interessante sia sul lato dell’insegnamento sia su quello dell’apprendimento.

 

Sulla buona scuola

Una buona scuola, da quando esiste la prassi dell’educazione, dai tempi socratici del V secolo a.C. alla nostra età, richiede sempre buoni insegnanti. Da questo punto di vista la “Buona Scuola” voluta dal presidente del Consiglio Renzi non dice nulla.

 

Progettare il questioning

Il questioning è il processo di formulazione delle domande che è alla base della lezione euristica, dialogata.

 

Religione: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Gennaio


 

Geografia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Dicembre


 

Religione: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Dicembre


 

Arte e immagine: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Marzo


 

Religione: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Marzo


 

Musica: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Marzo


 

Concorso a cattedre 2016. Preparare la lezione


 

Festa della mamma: un segnalibro dedicato


 

Concorso a cattedre 2016. Psicologia dello sviluppo

Concorso a cattedre 2016

 

Arte e immagine: schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Aprile


 

Storia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Aprile


 

Musica: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Aprile


 

Settimana italiana dell'insegnante

Per dire grazie a quell'insegnante speciale che ognuno di noi ha avuto la fortuna di incontrare sul proprio cammino e che ha segnato il nostro essere.

 

Quattro scenari per l'integrazione scolastica di alunni stranieri


 

Considerazioni sul ddl “Buona Scuola”

Dopo aver trascorso molti mesi sul web (con slide costellate di clamorosi errori di ortografia) la “Buona Scuola” è approdata in Consiglio dei Ministri. La parola d’ordine torna a essere il merito.

 

Scuola Primaria - Formazione continua. Didattica di dicembre classe terza


 

Arte e immagine: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Dicembre


 

Prospettive dell'OCSE sulle competenze 2015

Competenze e occupabilità dei giovani

 

L’autonomia amministrativa delle istituzioni scolastiche

La normativa in materia

 

Profilo dello studente e certificazione delle competenze

Con la C.M. n. 3 del 13 febbraio 2015 il MIUR avvia la sperimentazione di due modelli di certificazione delle competenze, colmando un “vuoto” normativo e culturale a cui le scuole del primo ciclo di istruzione hanno posto rimedio negli anni avvalendosi della propria autonomia, come più volte suggerito dalle stesse direttive ministeriali.

 

Ridelineare il ruolo dell’insegnante nell’era digitale

In un mondo che cambia rapidamente, seguendo il passo delle nuove tecnologie, un insegnante dev'essere in grado di ridefinire la propria professionalità, in modo da essere un mediatore attivo e proficuo tra gli studenti e le conoscenze che propone.

 

Storia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Gennaio


 

Musica: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Gennaio


 

Geografia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Marzo


 

Concorso a cattedre 2016. Gestione del gruppo: la classe

Concorso a cattedre 2016

 

Geografia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Gennaio


 

Geografia: schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado: Aprile


 

Storia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Marzo


 

Religione: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Aprile


27/05/2016  

La plasticità del cervello durante l’adolescenza

Alcuni studi condotti negli ultimi anni stanno evidenziando che negli esseri umani, durante il periodo adolescenziale, il cervello va incontro a cambiamenti che lo rendono sì sostanzialmente diverso dalla fase infantile ma anche, contrariamente a quanto si pensava, da quello dell’età adulta.

26/05/2016  

Come rendere inclusiva la didattica

Una delle caratteristiche peculiari delle tecnologie digitali e multimediali, ossia la loro capacità di accompagnare in modo “naturale” e “graduale” lo sviluppo cognitivo del bambino, di non evidenziare la separazione tra le attività svolte a scuola e quelle del mondo circostante in cui la scuola è inserita, che fanno parte della realtà in cui egli vive.

09/12/2015  

Storia: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Dicembre


04/12/2015  

Musica: Schede didattiche per la scuola secondaria di 1° grado - Dicembre


15/05/2015  

Schede didattiche per la Scuola Secondaria di I grado - Maggio


15/04/2015  

Schede didattiche per la Scuola Secondaria di I grado - Aprile


15/02/2015  

Schede didattiche per la Scuola Secondaria di I grado - Febbraio/Marzo


20/01/2015  

Schede didattiche per la Scuola Secondaria di I grado - Gennaio


31/01/2014  

Wikiplina

Il progetto Wikiplina è un rivoluzionario modello didattico di insegnamento-apprendimento a cui poter far riferimento per innovare la didattica disciplinare con l’utilizzo delle ICT, sfruttando le potenzialità comunicative e di interazione della rete e dei Social Network.

18/07/2013  

Salviamo la scuola!

Il grido d'allarme del filosofo Giovanni Reale di fronte ai rischi dell'uragano digitale

28/05/2013  

Mensile per la scuola secondaria di I grado

Sei sempre alla ricerca di idee e materiali per arricchire le tue lezioni? Scuola e Didattica è l’unica rivista per la Scuola Secondaria di I grado che ti offre proposte operative per tutte le discipline delle tre classi.

24/04/2013  

La dimensione sociale del web 2.0

Le nuove tecnologie racchiudono una forte componente di socialità; strumenti come gli smartphone, i tablet e le console e gli ambienti del web 2.0 con tutti i loro applicativi sono inscritti in una dimensione fortemente sociale che è imprescindibile da ogni uso e consumo degli stessi soprattutto quando i prosumer1 in questione sono i giovani.


Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati

Informativa sui Cookie*

A-Definizioni
La maggior parte dei siti utilizzano "cookie", vale a dire piccoli file di testo memorizzati sul dispositivo, che permettono di operare sul sito e di raccogliere informazioni riguardanti l'attività online.  Il testo all'interno di un cookie spesso prevede una stringa di numeri e lettere che identificano univocamente il computer dell'utente, ma possono anche contenere altre informazioni.
Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie.
L’articolo 5, paragrafo 3 della direttiva 2002/58/CE**, come modificato dalla direttiva 2009/136/CE, prevede l’esenzione dei cookie dall’obbligo del consenso informato se soddisfano uno dei criteri seguenti:
Criterio A: il cookie è utilizzato “al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica”.
Criterio B: il cookie è “strettamente necessari[o] al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio”.

I cookie sono spesso classificati in base alle loro caratteristiche:
1) “cookie di sessione” o “cookie persistenti”;
2) “cookie di terzi”.
Un “cookie di sessione” è un cookie che viene cancellato automaticamente alla chiusura del browser, mentre un “cookie persistente” è un cookie che rimane archiviato nell’apparecchiatura terminale dell’utente fino alla scadenza prestabilita (che può corrispondere a minuti, giorni o più anni nel futuro).
I siti La Scuola utilizzano cookies di terze parti legate al solo monitoraggio del traffico e cookie di sessione unicamente per i servizi erogati a docenti e studenti in relazione ai contenuti scolastici per consentire il riconoscimento degli accessi realmente autorizzati.
Per approfondimenti rimandiamo alla citata direttiva CE**.

B-Controlli del browser per bloccare o cancellare i cookie.
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookie, ma permette di modificare le impostazioni del browser per bloccare i cookie. 
Se si accettano i cookie, è possibile eliminarli successivamente.  Le istruzioni per eliminare i cookie in altri browser sono disponibili in ogni informativa sulla privacy del browser.
Se si cancellano i cookie, le impostazioni e preferenze da questi controllati, comprese le preferenze pubblicitarie, verranno cancellate e potrebbe essere necessario ricrearle.
Alcuni nuovi browser hanno poi introdotto la funzionalità DNT. Molte di queste funzionalità, se attivate, inviano un segnale o una preferenza ai siti Web visitati indicando che non si vuole essere tracciati.

C-Controlli per la cancellazione dai messaggi pubblicitari.
Dato che i cookie possono essere utilizzati per diversi motivi, gli utenti che non vogliono ricevere messaggi pubblicitari mirati a livello comportamentale possono scegliere di accettare i cookie, ma di annullarne un particolare utilizzo. Le società pubblicitarie online hanno sviluppato linee guida e programmi per facilitare la protezione della privacy degli utenti, in cui sono incluse pagine Web che possono essere visitate per rifiutare esplicitamente la ricezione di annunci pubblicitari mirati da tutte le società partecipanti. Queste pagine includono:

  1. Assistenza Consumatori Digital Advertising Alliance (DAA): http://www.aboutads.info/choices/
  2. Pagina di cancellazione Network Advertising Initiative (NAI):http://www.networkadvertising.org/managing/opt_out.asp
  3. In Europa, è anche possibile visitare Your Online Choices: http://www.youronlinechoices.com/

D-Controlli di analisi terze parti.
Come descritto di seguito in dettaglio, molti siti Web e servizi online di e altre compagnie, utilizzano servizi di analisi terze parti con cookie e Web beacon per compilare statistiche aggregate relative all'efficacia delle campagne promozionali o ad altre operazioni del sito Web.  È possibile rifiutare la raccolta o l'utilizzo dei dati da parte dei provider di analisi facendo clic sui seguenti collegamenti:

  1. Omniture (Adobe): http://www.d1.sc.omtrdc.net/optout.html
  2. Nielsen: http://www.nielsen-online.com/corp.jsp?section=leg_prs&nav=1#Optoutchoices
  3. Coremetrics: http://www.coremetrics.com/company/privacy.php#optout
  4. Visible Measures: http://corp.visiblemeasures.com/viewer-settings
  5. Google Analytics: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout (richiede l'installazione di un componente aggiuntivo del browser).

______________________
* Provvedimento del Garante per la Privacy dell’8 maggio 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 dello scorso 3 giugno http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

**vedi: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/article-29/documentation/opinion-recommendation/files/2012/wp194_it.pdf#h2-8).